Homepage

Rocca Nuova

Eventi in evidenza

Vivi Serravalle

Alla scoperta di Serravalle Pistoiese

Da non perdere

Serravalle Rock

Serravalle Rock

Festival dedicated to emerging bands that every year promotes the best of the Italian independent scene. During the various editions, ...
Serravalle Jazz

Serravalle Jazz

One of the most popular events in the jazz field. For years, dozens of international musicians have performed in the ...
Festa Bella

Festa Bella

It is an ancient memory of the Passion of Christ, begun in the 1693 during the Good Friday. It happens ...
San Rocco celebration

San Rocco celebration

The celebration is in August in the medieval village of Castellina, one of the most typical village in the hills ...

Link utili

Seguici su

24 February 2020

VisitSerravalle

Dopo "Passo dopo" di Francesco Bottai, la sezione per adulti della Stagione Teatrale del Francini di Casalguidi propone "Dall'Inferno all'Infinito", diretto ed interpretato da Monica Guerritore.

L'appuntamento è fissato per Domenica 29 Marzo alle ore 21. La prevendita dei biglietti inizierà Lunedì 23 Marzo presso la Biblioteca Eden di Casalguidi (14.30-19.00).

Lo spettacolo ha aperto le giornate della lingua italiana 2015 all’Accademia della Crusca e nell’Aula Magna dell’Università la Sapienza di Roma. La potente forza creativa dell’Immaginazione delle pagine di Hillman e Citati accompagnano e forse spiegano (in parte) la discesa nel nero, nell’intima natura umana, che Dante mette in versi nei canti iniziali dell’Inferno (Divina Commedia); la sua ricerca e il suo incontro con le parti del Sé. Nelle bellissime parole di Wagner, la forza della musica (che accompagna tutta la performance) diventa motore emotivo e precede, accompagna e amplifica il tormento delle passioni amorose (Paolo e Francesca), di abbandono (La Tentazione della Valduga), di ferocia come nel canto delconte Ugolino. Di abissi naturali che portano in scena anche figure materne e paterne: Pasolini, Morante. Tutto rende la ricerca e il racconto interiore e poetico di Maestri lontani tra loro per epoca,un’unica grande anima che racconta le infinite vie della testimonianza del Sé..

Le parole di Umberto Eco e del grande psicanalista Galimberti accompagnano, noi uomini di oggi,nella comprensione del nostro Inferno interiore e dell’Infinito intuìto…Tutto percepito e a noi consegnato da un’unica fonte, l’Intuizione artistica, di uomini e donne che hanno “cercato sestessi” (C.Pavese).

Così Monica Guerritore parla della nascita dello spettacolo:

"Come altri miei spettacoli, e penso a Giovanna D’Arco, non ho mai messo in scena lavori “finiti”. Forse per rispetto, per timore, la mia intuizione vivida e precisa da subito ha avuto bisogno dipraticare dal di dentro il lavoro per poterlo poi, nel tempo, nelle repliche, nel pensiero su di essomodificarlo, impastarlo, sformarlo fino a renderlo simile se non uguale alla mia intuizione originaria. Il viaggio di Dante quella notte tra il 7 e l’8 aprile del 300 mi ha trascinato in un volo ininterrotto di apparizioni e immagini mentali che non potevano esaurirsi nelle sue immagini. Portavano con sé archetipi simili, assonanti e musiche e sensazioni che piano piano piano sono diventate viaggio interiore… e che ancora non sono esaurite."

“Prima o poi sarebbe interessante fare un’opera che mostrasse in ognuno dei suoi nodi, la diversità che vi si può presentare alla mente e tra cui essa sceglie l’unico seguito che sarà offerto poi nel testo…” Paul Valèry .

Scopri di più su http://compagniaorsini.it/index.php/dall-inferno-all-infinito

#teatro #casalguidi
... Leggi tuttoNascondi

22 February 2020

VisitSerravalle

Tra un paio d'ore circa Francesco Bottai con "Passo dopo" al Teatro Francini. Ultime prove in gran riserbo ma "c'è un suono bèllo bèllo"..

#teatro #casalguidi
... Leggi tuttoNascondi

21 February 2020

VisitSerravalle

Che senso ha pubblicare canzoni? Le canzoni si ascoltano, non si "leggono". Una scelta coraggiosa, o forse folle, quella di pubblicare "parole sole", nude, ma che ne esalta il potere evocativo e immaginifico. Perché in fondo "ogni testo ha una musica sua"... Nota iniziale, più preludio e nota finale incorniciano il percorso creativo dell'artista pisano che offre un punto di vista periferico, rovesciato, da cui osservare il mondo: mare alle spalle, sguardo rivolto verso la terra. Uno sguardo ironico, malinconico, leggero e profondo, che strappa sorrisi, lacrime; che graffia e accarezza. Come la musica: incanta. Da leggere, ascoltare e, perché no, cantare, "col cuore liquido".

Francesco Bottai sarà di scena domani sera al Teatro Francini di Casalguidi con "Passo dopo"

#teatro #casalguidi
... Leggi tuttoNascondi

19 February 2020

VisitSerravalle

Una bella intervista a Francesco Bottai che sabato sera sarà di scena al Teatro Francini di Casalguidi con "Passo dopo" ... Leggi tuttoNascondi

 

Galleria fotografica